Glitch

Figli di un dio confuso

Tre amici, tre passioni diverse ma connesse, tre modi unici di amare.
Un’adolescenza che inizia con gli anni ’90, ma che vent’anni dopo non è ancora davvero finita.
Cosa accade se una variabile impazzita arriva a sconvolgere un universo già privo di certezze?

Recensioni

“Glitch è un libro adatto per solleticare le corde dell’ironia e che al tempo stesso lascia un indubbio retrogusto amaro.”

Barbara Andreoli

“La particolarità della narrazione sono i pensieri non espressi, di cui l’autrice fa un uso inequivocabile.”

Annalisa Civitelli

“La Soi ha una notevole cultura musicale con cui ha costruito una sorta di colonna sonora: non la solita playlist da ascoltare con, ma proprio pezzi che senti nella testa mentre leggi.”

Carla Colledan

“Donne alle prese con un dilemma tra un partner e un altro, o il cuore e la testa: date retta a Giulia!”

Eleonora D’Urbano

BookSelfie